Per il raggiungimento dell’obbiettivo eliminazione è necessario disporre di un sistema di sorveglianza efficace. Un sistema che sia in grado di garantire una sorveglianza di laboratorio caratterizzato da una tempestiva ed affidabile conferma di laboratorio dei casi e dei focolai.

Per questo motivo, a partire dal 2002, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha istituito una rete europea di 72 laboratori (LabNET). In Italia il Laboratorio Nazionale di Riferimento per il Morbillo e Rosolia (LNR), membro accreditato del LabNET è collocato presso l’Istituto Superiore di Sanità. Inoltre, è in corso di implementazione e accreditamento una rete di laboratori subnazionali accreditati dall’LNR.

 

sorveglianza

Source: WHO Regional Office for Europe

Il morbillo, una malattia prevenibile da vaccino altamente infettiva, rimane una delle principali cause di mortalità infantile, e si stima causi 450 morti ogni giorno in tutto il mondo.

La rosolia è un’infezione che è generalmente lieve quando sperimentato durante l’infanzia; ma spesso può portare a complicazioni gravi e talvolta fatali nel feto quando una donna non protetta acquisisce l’infezione nelle prime fasi della gravidanza (infezione da rosolia congenita) o di sindrome da rosolia congenita nei neonati.

Morbillo, rosolia e la sindrome da rosolia congenita (CRS) sono prevenibili attraverso vaccinazione e l’OMS attribuisce un’alta priorità all’eliminazione del morbillo e la rosolia della Regione entro il 2015. L’ europa è più che mai vicina all’eliminazione di morbillo e rosolia mentre in Italia queste due malattie sono endemiche.

MoRoNet nasce con l’obbiettivo di fare rete implementando un sistema in grado di liberare il nostro paese da morbillo e rosolia.