MoRoNet: la rete di laboratori per morbillo e rosolia 

La rete

Indagini di laboratorio di alta qualità sono fondamentali per comprendere l’impatto del programma di vaccinazione di un paese sulla prevalenza e diffusione della malattia. Infatti, i casi individuati come sospetti di morbillo e rosolia potrebbero essere causati da altri agenti patogeni che hanno sintomi clinici simili, da reazioni allergiche a farmaci o alimenti, o perfino essere dovuti a stress. L’unico modo per confermare se siamo in presenza di un vero caso di morbillo o di rosolia è quello di testare, per la presenza di anticorpi IgM (immunoglobuline di classe M) o dell’RNA virale, appropriati campioni clinici prelevati dal paziente dopo l’insorgenza dell’esantema.

Per questo motivo, il sistema di sorveglianza deve essere in grado di garantire la conferma dei casi e dei focolai in maniera tempestiva ed affidabile a partire dal 2002, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha istituito la rete europea di 73 laboratori LabNET.

In Italia il Laboratorio Nazionale di Riferimento per il Morbillo e Rosolia (LNR), membro accreditato del LabNET, è collocato presso l’Istituto Superiore di Sanità.

 

Per il raggiungimento dell’obbiettivo di eliminazione è necessario, dunque, disporre di un sistema di sorveglianza efficace. A tal fine il LNR, di concerto con il Ministero della Salute, ha istituito la rete nazionale dei laboratori di riferimento per il morbillo e la rosolia con l’obbiettivo di dotare il Paese di un sistema di sorveglianza che risponde ai requisiti dell’OMS. MoRoNet, ufficializzata a marzo del 2017, è coordinata dal LNR, che agisce da interfaccia del Laboratorio Regionale Europeo dell’OMS.

A livello sub nazionale MoRoNet attualmente comprende 14 laboratori regionali di riferimento in 13 delle 21 Regioni/PA. 

Valutazione della performance

Il LNR, al fine di valutare le prestazioni dei laboratori regionali partecipanti, coordina la rete con una revisione annuale di accreditamento basata principalmente su:

  • carico di lavoro 
  • la trasmissione tempestività e la completezza dei dati di laboratorio, inclusa la genotipizzazione attraverso l’area riservata ad ogni singolo Laboratorio Regionale
  • un programma di controllo esterno della qualità
  • implementazione di procedure di controllo di qualità interno
  • il punteggio da una revisione in loco, effettuato periodicamente dal coordinatore della Rete, il responsabile e/o personale delegato del LNR

 

Coordinatore MoRoNet: Fabio Magurano

Responsabile LNR: Loredana Nicoletti
Sorveglianza Molecolare: Melissa Baggieri
Sorveglianza Sierologica: Antonella Marchi
Diagnosi e gestione dei campioni: Paola Bucci

Responsabili dei Laboratori Regionali MoRoNet:

Emilia-Romagna: Tiziana Lazzarotto
Friuli Venezia Giulia: Pierlanfranco D’Agaro
Lazio: Maria Rosaria Capobianchi
Liguria: Andrea Orsi
Lombardia, Laboratorio di Milano: Antonella Amendola
Lombardia, Laboratorio di Pavia: Fausto Baldanti
Marche: Katia Marinelli
P.A. di Bolzano: Elisabetta Pagani
P.A. di Trento: Paolo Lanzafame
Piemonte: Fabrizia Pittaluga, Alessandra Sacchi
Puglia: Maria Chironna
Sicilia: Fabio Tramuto
Toscana: Maria Grazia Cusi
Veneto: Giorgio Palù

Per saperne di più visita la pagina Ruoli e Funzioni