MoRoNet: la Rete Nazionale di Laboratori di Riferimento per il Morbillo e la Rosolia – materiali del convegno 

locandinaconvegno201720 marzo 2017 – Si è tenuto, presso l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), il convegno conclusivo del progetto CCM “Verso l’eliminazione di morbillo e rosolia: realizzazione di una rete di laboratori sub-nazionali (MoRoNet) coordinata dal laboratorio di Riferimento Nazionale-OMS”, al quale hanno preso parte Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), Ministero della Salute e Commissione Nazionale di Verifica. Tema della giornata è stata la presentazione della neo costituita rete MoRoNet, coordinata dal Laboratorio di Riferimento Nazionale per il Morbillo e la Rosolia, e nata con l’obbiettivo di rafforzare la sorveglianza di queste malattie nel nostro Paese in linea con quanto richiesto dall’OMS.

I lavori, introdotti dal dottor Fabio Magurano (responsabile rete MoRoNet) e dalla dottoressa Loredana Nicoletti (responsabile LNR), hanno trattato il ruolo chiave del laboratorio nell’ambito del Piano di Eliminazione di morbillo e Rosolia e le tappe che ha portato all’accreditamento dei laboratori regionali arruolati in MoRoNet. Il convegno ha visto la partecipazione della dottoressa Myriam Ben Mamou (coordinatrice del Network Europeo di laboratori di riferimento OMS-LabNet) che ha illustrato il quadro epidemiologico europeo e sottolineato l’importanza del programma di accreditamento e requisiti del processo di verifica a livello della regione europea. Del dottor Paolo Villari (presidente della Commissione Nazionale di Verifica) ha poi espresso il punto di vista della Commissione Nazionale di Verifica relativo alle procedure per la stesura del report nazionale e illustrato i dati relativi al report dello scorso anno, sottolineando le criticità emerse. Gli aspetti e le azioni ministeriali intraprese e da intraprendere in relazione al quadro normativo e mediatico, a garanzia degli obiettivi previsti dal piano nazionale di eliminazione del morbillo e rosolia congenita sono stati trattati dalla dottoressa Stefania Iannazzo (responsabile Struttura Semplice Malattie Prevenibili da Vaccino presso la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute).

La dottoressa Nicoletti è intervenuta illustrando il ruolo e le attività garantite dal LNR, membro accreditato di OMS-LabNet, sottolineando l’importanza di una sorveglianza di laboratorio attiva su tutto il territorio nazionale, il cui quadro epidemiologico è stato descritto dalla dottoressa Antonietta Filia (ISS) insieme al sistema di sorveglianza della rosolia in gravidanza. La mattina si è conclusa con gli interventi del dottor Magurano e delle dottoresse Melissa Baggieri e Antonella Marchi che hanno illustrato il percorso, gli spetti tecnici e le valutazioni che hanno portato all’Accreditamento della Rete. Il convegno si è concluso con la tavola rotonda che ha coinvolto tutti i responsabili dei Laboratori di Riferimento Regionali e ufficializzato la nascita della Rete Nazionale di Laboratori di Riferimento per il morbillo e la rosolia MoRoNet.

 

Materiali

Scarica il programma (pdf 175 kb) e le presentazioni dei relatori

Relatori

  • Miryam Ben Mamou (Pdf)
  • Paolo Villari (Pdf)
  • Stefania Iannazzo (Pdf)
  • Loredana Nicoletti (Pdf)
  • Antonietta Filia (Pdf)
  • Antonella Marchi (Pdf)
  • Melissa Baggieri (Pdf)
  • Fabio Magurano (Pdf)

 

Lo staff della Rete nazionale di Laboratori di Riferimento per il morbillo e la rosolia MoRoNet

Coordinatore MoRoNet: Fabio Magurano

Responsabile Laboratorio Nazionale: Loredana Nicoletti
Sorveglianza Molecolare: Melissa Baggieri
Sorveglianza Sierologica: Antonella Marchi
Diagnosi e gestione dei campioni: Paola Bucci
Diagnosi e logistica: Francesca Mazzilli

Responsabili Regionali:

Emilia-Romagna: Tiziana Lazzarotto
Friuli Venezia Giulia: Pierlanfranco D’Agaro
Lazio: Maria Rosaria Capobianchi
Liguria: Filippo Ansaldi
Lombardia Mi: Antonella Amendola
Lombardia Pv: Fausto Baldanti
Marche: Katia Marinelli
Piemonte: Fabrizia Pittaluga/Alessandra Sacchi
Puglia: Maria Chironna
Sicilia: Fabio Tramuto
Veneto: Giorgio Palù