I casi di morbillo hanno raggiunto livelli record nella Regione Europea.

Come dichiarato dalla Dott.ssa Zsuzsanna Jakab, WHO Regional Director per l’Europa “Dopo il minor numero di casi del decennio nel 2016, stiamo assistendo a un drammatico aumento delle infezioni e di epidemie estese”.
Infatti, il numero totale dei casi di morbillo nella Regione Europea per i primi 6 mesi del 2018 supera largamente i casi totali registrati annualmente nell’ultimo decennio, con più di 41.000 casi segnalati tra bambini e adulti. Prima d’ora il numero più alto era stato segnalato nell’anno 2017 con 23.927 casi totali, mentre il più basso nel 2016 con 5.273 casi. Inoltre, finora almeno 37 persone sono morte a causa del morbillo quest’anno.
43 paesi della Regione Europea dell’Oms hanno interrotto la circolazione di morbillo endemico, ma ogni paese deve continuare a sforzarsi  per aumentare le coperture vaccinali e colmare i gap di immunità.

FONTE: OMS

Macerata: Morbillo, 15 casi all’ospedale: mai vista una cosa simile. Mancano le vaccinazioni

MACERATA, 1 Agosto 2018

«Quindici casi di morbillo in un mese all’ospedale di Macerata. Mai vista una cosa del genere nelle Marche». Il direttore dell’Area vasta 3, Alessandro Maccioni, specifica che «non c’è emergenza e tutti i protocolli sono attivi» ma il disappunto è grande perché tutto nasce dalla mancanza di vaccinazioni. Il primo caso, un 16enne arrivato in pronto soccorso a fine giugno, aveva ricevuto solo una delle due dosi prescritte di copertura vaccinale. Il dipartimento di Prevenzione ha contattato oltre 100 persone entrate in contatto con il giovane e con gli altri contagiati, principalmente 30enni. Tutti non vaccinati.

FONTE: cronachemaceratesi.it